Mengotti - Bassano del Grappa

Bassano del Grappa

SHOPPING IN CENTRO

Passeggiare per il centro di Bassano, tra monumenti storici, piazzette e vicoli nascosti è un piacere sia per il turista di passaggio che per il Bassanese. Ogni via, piccola o grande, conserva lo stile e le tracce della storia millenaria della città. Sotto i portici se piove, o all'aperto nella bella stagione, è possibile passeggiare nella sicurezza dell’area pedonale che interessa quasi tutto il centro. Il paesaggio ovviamente è da cartolina: il massiccio del Grappa sullo sfondo, le mura merlate, il famoso Ponte, le Piazze. L’offerta commerciale è completa, vecchie e storiche botteghe artigiane, negozi eleganti e curati dove il cliente è accolto con cortesia e affabilità, osterie tipiche per ritrovare i sapori di un tempo e nuovi locali dove consumare un pranzo veloce. La musica di sottofondo è quella del fiume che scorre, delle persone che parlano, dei bambini che giocano. Tutto questo fa parte della nostra cultura, del nostro essere italiani e non potrà mai essere sostituito da un asettico centro commerciale dove i sapori sono tutti uguali, la luce è quella grigia dei neon in ogni stagione, la musica di sottofondo copre ogni parola. Chi, come noi, ha il grande dono di vivere in un luogo magico non dovrebbe scegliere di rinchiudersi in un cubo di cemento, non dovrebbe privarsi del gusto di passeggiare all’aperto di stare al sole, di godere delle mille iniziative che coinvolgono il centro: mercatini, fiere, mostre, notti bianche, concerti. Venite a Bassano e siamo certi che ci darete ragione.




LA CITTA' DI BASSANO DEL GRAPPA

Fonti scritte confermano l'esistenza di un primo vero nucleo della Città già nel 998, con la pieve di S. Maria in Colle, e nel 1150, con il castello. Nel 1404 la dominazione veneziana giunge a Bassano del Grappa. I quattro secoli di dominazione della Serenissima portano a Bassano del Grappa un lungo periodo di pace, caratterizzato da un grande sviluppo delle attività economiche. Nel 1796 la vittoria di Napoleone sugli Austriaci segna l'inizio di un periodo tumultuoso. Alla caduta della Repubblica di Venezia si insediano i governi democratici delle municipalità. Successivamente il trattato di Campoformio sancisce il passaggio agli Austriaci, che vi rimangono fino alla fine del 1805, quando il Veneto viene ceduto al Regno d'Italia. Nel 1815 Bassano entra a far parte del Regno Lombardo Veneto. Segue un periodo tumultuoso e già nel 1848 Austriaci rioccupano la città. Ma nel 1866 gli Austriaci vengono sconfitti, pochi giorni dopo l’entrata delle truppe italiane ed un plebiscito, sanciscono l’annessione di Bassano del Grappa all’Italia. Tra il 1915 e il 1918, durante la prima guerra mondiale, Bassano del Grappa rimane zona di guerra durante tutto il conflitto, di conseguenza tutte le attività economiche e sociali rimangono pressoché paralizzate. Tra il 1922 e il 1945 invece si vive un periodo di grande sviluppo, nascono industrie medie e piccole e svariate attività artigianali e commerciali. Il processo di industrializzazione e lo sviluppo delle attività artigianali e commerciali negli ultimi 50 anni hanno determinato una grande espansione urbana al di fuori del centro storico: la popolazione ha superato, alla fine del 2000, i 40.000 abitanti.



IL PONTE DEGLI ALPINI

Il ponte Vecchio, o ponte degli Alpini, è principale attrazione storico-turistica della città. La presenza del ponte sul Brenta è documentata per la prima volta nella cronaca relativa all'anno 1209. Nei secoli il Ponte, fu spesso distrutto dalle vicende belliche e dalle piene del Brenta e sempre ricostruito, a volte in pietra e a volte in legno. Nel 1569, il Consiglio incaricò Andrea Palladio di progettare un ponte ligneo. Il Ponte "palladiano" fu distrutto da un'altra piena nel 1748 e ricostruito con alcune varianti nel 1751. Bombardato durante la seconda guerra mondiale, sarebbe stato ricostruito dagli alpini ai quali deve il nome.

Richiedi maggiori informazioni

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA?

CONTATTACI

chiama al numero
+39 0424.1900223

Da lunedì a venerdì
dalle 8:30 alle 12:30
dalle 15:00 alle 18:30


Sabato dalle 08:30 alle 12:30

Contattaci

Maggiori Informazioni